Con la diffusione dell’epidemia di Covid-19 anche il mercato immobiliare ha subito una battuta d’arresto, sono cambiati all’improvviso gli scenari e i trend positivi che si erano registrati tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. Il lockdown ha fermato le normali attività: la ricerca della casa, gli atti di compravendita, le richieste di mutui e le pratiche di finanziamento. Tutto è rimasto sospeso a data da destinarsi. Ed ancora oggi il clima generale di incertezza suggerisce di muoversi con prudenza e di ritornare ai soliti ritmi con una certa lentezza. Nel frattempo molte cose sono cambiate: la quarantena ha costretto le persone a rimanere molto più tempo presso le proprie case, da sole o in famiglie più o meno numerose. C’è stata una maggiore condivisione degli spazi che sono diventati anche luogo di lavoro per chi ha lavorato in smart working e di studio per i bambini e ragazzi costretti alla didattica online. Forse, come non accadeva da tempo, è stata l’occasione per vivere appieno la casa.

 

Di qui sono nate o comunque hanno avuto una accelerazione alcune tendenze, sempre più richieste in futuro per chi vuole acquistare o affittare una casa, e che possiamo racchiudere in tre parole: sostenibilità, natura e spazio.

 

  1. Sostenibilità

Significa spronare una crescita economica che migliora la qualità della vita nel rispetto dell’ecosistema. Ma cosa è una casa sostenibile? È una casa che riesce a rispondere a tutti gli standard di comfort moderni senza gravare sul bilancio ambientale in termini di materiali usati, fabbisogno energetico e consumo idrico. In una casa sostenibile non dovrebbero mancare sistemi di gestione ed automazioni per il risparmio energetico, magari sfruttando le rinnovabili. Dovrebbe avere una illuminazione ad hoc utilizzando le lampadine a LED che costano di più ma consumano di meno. Anche gli elettrodomestici contribuiscono ad avere una casa sostenibile, quelli di classe energetica A++ consentono un elevato risparmio elettrico.

 

  1. Natura

Balconi, terrazzi, giardini privati e condominiali. Avere appartamenti con spazi esterni è una grande fortuna, soprattutto in questo periodo, e sicuramente saranno sempre di più i clienti che richiederanno questa tipologia di abitazione. Soprattutto durante i mesi caldi gli spazi all’aperto permettono di ritagliarsi dei momenti di vero e proprio relax senza uscire. È possibile abbellire questi luoghi con piante e fiori a seconda delle stagioni oppure sbizzarrirsi con elementi di arredo come poltrone, sedie e tavolini per una pausa caffè o un barbecue.

 

  1. Spazio

Durante la quarantena per quante persone una delle principali problematiche è stata la mancanza di privacy? Lo sa bene chi si è trovato a dover convivere con più persone in pochi metri quadrati, chi doveva lavorare e, nello stesso tempo, doveva seguire i figli impegnati con le lezioni online. Il nuovo trend vede abitazioni con metrature più grandi oppure una migliore suddivisione degli spazi. Una redistribuzione degli ambienti può essere anche l’occasione per dare un nuovo look alla casa.